Ukraine War - NEWS

LA SITUAZIONE IN EVOLUZIONE

Putin sta preparando il passaggio da una guerra tradizionale (che ha praticamente perduto) ad una “guerra sporca” (crimini contro l’umanità) portando in Ukraine milizie che combattano un urban warfare che è impossibile condurre con un esercito normale <see articoli>.

Putin .. fase politica che avrebbe voluto attuare in pochi giorni in Kiev, con il governo centrale: sta mettendo Mayor nelle città occupate, e sta preparando un fake-referendum per poter affermare – proprio come ha fatto in Crimea – che tali territori vogliono essere annessi alla Russia <see articoli “2014 Crimean status referendum – Wikipedia”>

● Russia ..Lo stringere .. l’Informazione .. pene nuove pene pesanti per chi è contro la guerra … .. la sua arma interna .. significa che Putin è in difficoltà nella Politica interna (se perde .. putin è finito) (il problema è se putin sentendosi finito vuole portare anche gli altri nella tomba).

BREAKING NEWS [UPDATES]

  • What’s at stake: it is a world war of authoritarian states against western democracies

    What are the factors to consider in order to correctly assess the situation in the Russia-Ukraine conflict?

    It is not the question of a war between Russia and Ukraine, but of how Putin’s “expansionism” (military and political) can evolve: if he continued to implement his plans, he would come to politically “subdue” the rest of Europe.

    Furthermore, the international situation must be taken into account: Russia is part of the “Axis” with China and Iran, which had joint military exercises before this war.

    Western nations do not seem to understand how the future global political condition is being played out in Ukraine (largely compromised for some time, for which much can still be done and is not done).

    The underlying problem seems to be that today the memories of the past have been lost: of the dictatorships of the 20th century that for a long time were able to dominate the world bringing misfortunes for all nations (50 million people died to get rid of Nazism <source>, and the Soviet Union caused at least 30 million civilian deaths in Eastern Europe <source>).

    Today, that is, the ability to evaluate the cost/benefit factor of a situation seems to have been lost: immediate advantages are chosen (in the illusion of having a condition of peace offered by the idea of ​​not being involved in a war). And we are unable to see the threats of the consequences of such a choice in the long run (exactly as was done with Hitler in the early stages of Germany’s expansion.

     The critical point is that it can lead to a nuclear war. Based on what Putin <source> said, and on his profile, he could make extreme choices.

    The problem is that it is now much more difficult to intervene to avert Putin’s invasion, and therefore its possible further expansion towards the Baltic countries..

    It is therefore necessary to carefully evaluate “what can still be done” (but the problem is that most Nations do not realize that too little has been done, and that the question is the time factor is decisive).

    Continue reading →
  • The current sanctions are actually counterproductive

     

    [an abstract of the GCW article “The characteristics of alliances in step with the times“]

    Sanctions are “weapons”, which therefore must be effective, hit the mark. Otherwise sanctions are not only a waste of time, but them can become counterproductive because the “smart ones” (for example those who have no scruples, probably because it is not a real Democracy, and the decisions of the Governors are absolutely independent from the will of the Citizens) can take advantage of the illusory safety of the sanctioners to expand their global power.

    Paraphrasing Carl von Clausewitz, sanctions are the weapons that are used to avoid a situation of war: if they do not “really hurt” the opponent, they are useless and counterproductive.

     .

    Russia’s attack on Ukraine showed that the sanctions applied against Russia for years have not worked.

    This must lead to some reflections on how we can go beyond the current conception of sanctions (among other things, review the current Alliances, which have turned out to be out of step with the times).

    The sanctions, to be effective:

    ● them must be applied on multiple levels:

    economic level: them must be able both to punish the ruling class (Politics and Market) so that it is forced to abandon the leadership of the country; and to significantly lower the quality of life of the population (in this case it is the equivalent of the bombing of the city of WW II).

    It is crucial that the sanctioned people know that there is an attractive alternative to the current regime (it is one of the causes of the fall of the Berlin Wall).

    Judicial plan: necessary since the threat of severe sentences is a convincing weapon for those who are violating the rules (there are significant examples such as those of Milosevic and Saddam Hussein)

    ● them must be applied with a sufficient number of allies: (multi-lateral): it is necessary to have an effective position of force (in alliances there must not be any States dependent on the sanctioned Country in any way).

    It is crucial – so that we can have the necessary position of strength – that each Ally is involved on the basis of a vital interest for the Nation, otherwise, as it was for Germany for the first part of the Russia-Ukraine conflict, this Nation will not be sufficiently motivated to face the burdens and risks of applying sanctions.

    <see the in-depth article in the article “The characteristics of alliance in step with the times“>

    Continue reading →
  • Ukraine president hints he may accept Putin’s NATO demand after saying negotiations going ‘pretty good’

    Some interesting comments from Volodomyr Zelenskyy are emerging, around Ukraine and its potential NATO membership.
    Having said before Russia’s invasion that he wanted his country to become part of the alliance, he was quoted last week as saying he had “cooled” on the idea.

    Continue reading →
  • Day 20 of Russia’s invasion – this is what you need to know if you’re just joining us

    Lorem Ipsum è un testo segnaposto utilizzato nel settore della tipografia e della stampa. Lorem Ipsum è considerato il testo segnaposto standard sin dal sedicesimo secolo, quando un anonimo tipografo prese una cassetta di caratteri e li assemblò per preparare un testo campione. È sopravvissuto non solo a più di cinque secoli, ma anche al passaggio alla videoimpaginazione, pervenendoci sostanzialmente inalterato. <vedi post>

    Continue reading →

 

 

BREAKING NEWS [UPDATES]

  • The three great (existential) threats to Moscow – ilGiornale.it

    Source: The three great (existential) threats to Moscow – ilGiornale.it

    Continue reading →
  • Ukraine war: Rockets hit Kyiv as UN chief admits failings – BBC News

    Source: Ukraine war: Rockets hit Kyiv as UN chief admits failings – BBC News

    Two blasts hit the capital as UN chief António Guterres criticised his organisation’s Security Council.

    Continue reading →
  • Putin Brought Dog to Meeting With Merkel

    Source: Putin Brought Dog to Meeting With Merkel

    merkel putin

    Russian President Vladimir Putin, right, with German Chancellor Angela Merkel during a joint news conference in Moscow’s Kremlin on Nov.16, 2012. Throughout their relationship as world leaders, German Chancellor Angela Merkel and Russian President Vladimir Putin have shared an understanding. After all, Putin served as a KGB officer in Germany from 1985 to 1990.

    “When Putin and Merkel meet, they sometimes speak in German (he’s better in her language than she is in his), and Putin corrects his own interpreter to let Merkel know that nothing is lost on him,” George Packer of The New Yorker wrote in a profile of Merkel.

    “Putin’s brand of macho elicits in Merkel a kind of scientific empathy.”

    The profile shows how tensions between the two leaders have been brewing for several years, most recently with Russia’s incursions into Ukraine.

    During discussions about energy supplies at Putin’s home in Sochi back in 2007, the Russian president called his black lab, Koni, into the room with Merkel. From The New Yorker (emphasis added):

    “As the dog approached and sniffed her, Merkel froze, visibly frightened. She’d been bitten once, in 1995, and her fear of dogs couldn’t have escaped Putin, who sat back and enjoyed the moment, legs spread wide. ‘I’m sure it will behave itself,’ he said. Merkel had the presence of mind to reply, in Russian, ‘It doesn’t eat journalists, after all.’ …”

    “Later, Merkel interpreted Putin’s behavior. ‘I understand why he has to do this — to prove he’s a man,’ she told a group of reporters. ‘He’s afraid of his own weakness. Russia has nothing, no successful politics or economy. All they have is this.'”

     

    Vladimir Putin dog

    In 2007, Merkel met with Putin — and his dog Koni. The Kremlin has used animals to antagonize world leaders before. Putin once played the “my dog is bigger than your dog” game with then-President George W. Bush. The incident actually served as

    inspiration for one of Bush’s paintings

    The Russian president, who filmed his own instructional jiu-jitsu video, makes no secret of his physical prowess. Through various propaganda events portraying his manliness, Putin markets himself as a tough guy running an even tougher country.

    Christina Sterbenz contributed to this story.

     

    Continue reading →
  • How the KGB shaped Vladimir Putin and his Russian oligarchs | It’s Complicated – YouTube

    Source: How the KGB shaped Vladimir Putin and his Russian oligarchs | It’s Complicated – YouTube

    As Russia sent troops into Ukraine in February, countries around the world imposed severe sanctions on a group of influential Russian billionaires known as o…

    Continue reading →
  • Curious Number Of Russian Oligarchs Have Died Since Invasion Of Ukraine – YouTube

    Source: Curious Number Of Russian Oliga#political assassination?rchs Have Died Since Invasion Of Ukraine – YouTube

    Ali Velshi reports on four separate instances of Kremlin-connected, extremely wealthy Russians with ties to the oil industry who have died by suicide since R…

    Continue reading →
  • France and Germany ‘sold £230million of military hardware including bombs and missiles to Moscow’ | Daily Mail Online

    Source: France and Germany ‘sold £230million of military hardware including bombs and missiles to Moscow’ | Daily Mail Online

    France and Germany sold £230million worth of military hardware to Moscow which was likely used in Russia’s invasion of Ukraine, according to an EU analysis.

    It should have been impossible to do so owing to an EU embargo that banned selling arms to Russia following the 2014 annexation of Crimea.

    Last month, it was discovered that France, Germany and Italy used a loophole in the ban.

    They were just three of at least 10 EU member states to export almost €350million (£293million) in equipment that included missiles, rockets, guns and bombs.

    It was reported by The Telegraph that 78 per cent of this total was supplied by French and German firms.

    Service members of pro-Russian troops are seen atop of an armoured vehicle during Ukraine-Russia conflict in the southern port city of Mariupol

     

    Service members of pro-Russian troops are seen atop of an armoured vehicle during Ukraine-Russia conflict in the southern port city of Mariupol

     

    The EU banned ‘the direct or indirect sale, supply, transfer or export of arms and related material of all types, including weapons and ammunition, military vehicles and equipment, paramilitary equipment, and spare parts therefore, to Russia’ eight years ago.

    However, countries were able to sell hundreds of millions of pounds worth of kit to Russia despite the ban using a backdoor technicality that permitted contracts signed before August 1, 2014, or additional contracts that would help conclude those deals.

    France was responsible for making €152 million in sales as part of 76 export licences.

    Earlier this month, it was revealed that the European Union had sent almost €1billion to Russia each day for energy since the war in Ukraine began.

    German Chancellor Olaf Scholz has faced sharp criticism for failing to deliver heavy weapons to the besieged country, such as tanks and howitzers, to fend off savage Russian attacks.

    The leader said he feared that providing Ukraine with tanks could spark a nuclear war.

    German Chancellor Olaf Scholz says he fears providing Ukraine with tanks could spark a nuclear war

     

    German Chancellor Olaf Scholz says he fears providing Ukraine with tanks could spark a nuclear war

    Other Western allies have stepped up their military shipments to Volodymyr Zelensky‘s forces but Scholz has held firm in his bid not to upset Vladimir Putin.

    Instead, on Tuesday, he said Germany would provide Ukraine with £830million to buy their own weapons.

    Asked in an extensive interview published on Friday why he thought delivering tanks could lead to nuclear war, he said there was no rule book that stated when Germany could be considered a party to the war in Ukraine.

    It comes as Russia revealed plans to seize Ukraine’s entire southern coast and hinted at future military action in Moldova to protect ‘oppressed’ Russian speakers.

    Other Western allies have stepped up their military shipments to Volodymyr Zelensky 's forces but Scholz has held firm in his bid not to upset Vladimir Putin

     

    Other Western allies have stepped up their military shipments to Volodymyr Zelensky ‘s forces but Scholz has held firm in his bid not to upset Vladimir Putin

    The deputy commander of Russia’s central military district, Rustam Minnekayev, said Russia planned to forge a corridor between Crimea, the Black Sea peninsula which Russia annexed in 2014, and the Donbas in eastern Ukraine.

    The suggestion by a senior Russian official that Moscow needs to defend supporters in a nearby country is a chilling echo of its previous justification for invading Ukraine.

    It would mean an extended war to the west of annexed Crimea, where Putin’s sea power is diminished after the sinking of the Moskva.

    Russian forces already occupy most of the territory there and, as Western officials have conceded, they are in a position to achieve their military objectives.

    It comes as Russia revealed plans to seize Ukraine¿s entire southern coast and hinted at future military action in Moldova to protect ¿oppressed¿ Russian speakers

     

    It comes as Russia revealed plans to seize Ukraine’s entire southern coast and hinted at future military action in Moldova to protect ‘oppressed’ Russian speakers

    Boris Johnson said the UK is looking at sending British tanks to Poland – after it was revealed Ukrainian troops are in Britain being trained for the first time since the start of the Russian invasion.

    Speaking during a news conference in New Delhi, where he held talks with Indian Prime Minister Narendra Modi, the Prime Minister today said the Government was contemplating sending Challenger 2 tanks to eastern Europe to replace Soviet-era T-72 tanks the Poles are shipping to Ukraine.

    Mr Johnson told reporters: ‘I think perhaps what I haven’t said publicly before is we’re also looking more at what we can do to backfill in countries such as Poland who may want to send heavier weaponry to help defend the Ukrainians.

    ‘So we’re looking at sending tanks to Poland to help them as they sending some of their T-72s to Ukraine.’

    The Challenger 2 tank has been the mainstay of the British Army since the 1990s and saw action in the Iraq War. The 64-tonne vehicles are due to go out of service in 2025, but the Army still has a fleet of more than 200.

    The Challenger 2 tank has been the mainstay of the British Army since the 1990s and saw action in the Iraq War. The 64-tonne vehicles are due to go out of service in 2025, but the Army still has a fleet of more than 200

     

    The Challenger 2 tank has been the mainstay of the British Army since the 1990s and saw action in the Iraq War. The 64-tonne vehicles are due to go out of service in 2025, but the Army still has a fleet of more than 200

    Britain's Prime Minister Boris Johnson and his Indian counterpart Narendra Modi at Hyderabad House in New Delhi

     

    Britain’s Prime Minister Boris Johnson and his Indian counterpart Narendra Modi at Hyderabad House in New Delhi

     

    Continue reading →
  • German coalition under strain: Why is Berlin not sending heavy weapons? | World News | WION – YouTube

    Source: German coalition under strain: Why is Berlin not sending heavy weapons? | World News | WION – YouTube

    In a recent update on the Ukraine-Russia conflict, Ukraine says the weapons they need are not on the German list. However, Germany says they’re open to sendi…

    Continue reading →
  • Why is Mariupol so important in the Ukraine war? | World News | Sky News

    Source: Why is Mariupol so important in the Ukraine war? | World News | Sky News

    The industrial city holds great strategic and symbolic value for both sides in this conflict.

    Continue reading →
  • What is the US Magnitsky Act, and why does Putin hate it? | Russia-Ukraine war | Al Jazeera

    Source: What is the US Magnitsky Act, and why does Putin hate it? | Russia-Ukraine war | Al Jazeera

    The story behind the US law that sanctions anyone, anywhere if they are deemed to be a ‘human rights offender’.

    American-born British businessman Bill Browder did not set out to expose Russian money laundering operations and link President Vladimir Putin to those schemes. But after Browder’s Russian lawyer, Sergei Magnitsky, was arrested and found dead in his jail cell, the gloves were off.

    Browder lobbied Congress for years until the Magnitsky Act was passed in 2012, allowing the United States to sanction individuals suspected of human rights abuses, including Russian judges, Saudis involved in the assassination of journalist Jamal Khashoggi, and Chinese officials linked to the abuse of Uighurs.

    In this episode, host Steve Clemons speaks to Browder about his latest book, Freezing Order.

    Continue reading →
  • German bosses, unions jointly oppose boycott of Russian gas – StarTribune.com

    Source: German bosses, unions jointly oppose boycott of Russian gas – StarTribune.com

    BERLIN — Germany’s employers and unions have joined together in opposing an immediate European Union ban on natural gas imports from Russia over its invasion of Ukraine, saying such a move would lead to factory shutdowns and the loss of jobs in the bloc’s largest economy.

    “A rapid gas embargo would lead to loss of production, shutdowns, a further de-industrialization and the long-term loss of work positions in Germany,” said Rainer Dulger, chairman of the BDA employer’s group, and Reiner Hoffmann, chairman of the DGB trade union confederation, in a joint statement Monday on Germany’s dpa news agency.

    They argued that EU sanctions need to be targeted to put pressure on Russia while minimizing damages to the countries imposing the sanctions, saying “in the current discussion, we don’t see that.”

    The statement comes as European leaders are discussing possible new energy sanctions against Russian oil, following a decision April 7 to ban Russian coal imports beginning in August. Ukraine’s leaders say revenues from Russia’s energy exports are financing Moscow’s destructive war on Ukraine and must be ended.

    That won’t be easy to do. The EU’s 27 nations get around 40% of their natural gas from Russia and around 25% of their oil. Natural gas would be the most difficult do without, energy analysts say, since most of it comes by pipeline from Russia and supplies of liquefied gas, which can be ordered by ship, are limited amid strong demand worldwide.

    Germany, a major manufacturing hub and an importer of Russian gas, has so far resisted an immediate shut-off and said it plans to instead phase out Russian oil by the end of the year and most Russian gas imports by mid-2024. The EU’s executive commission has outlined steps to cut the consumption of Russian gas by two-thirds by year’s end through using more pipeline gas from Norway and Azerbaijan, importing more liqueifed gas, accelerating the deployment of wind and solar projects and intensifying conservation efforts.

    German Vice-Chancellor Robert Habeck said in an interview with the Funke media group that “an immediate gas embargo would endanger social peace in Germany.”

    Despite widespread economic sanctions against Russian banks and individuals, the EU continues to send around $850 million per day to Russia for oil and gas, even as EU governments condemn the war in Ukraine. Gas-intensive companies include producers of glass, metals, ceramics and chemicals.

    Industry officials say in many cases natural gas would be impossible to replace in the short run, and associations representing food processing, metal galvanizing and glass companies as well as the head of the chemical industry union have also opposed a sudden shutoff of Russian gas imports.

    Energy analysts say a complete Russian gas cutoff could cause a recession and put some EU governments in the position of having to ration gas. The government would decide which businesses are less essential and those would have their supply shut off or reduced to spare households and hospitals, who are protected by EU law. In any case, such a shutoff would send already high gas prices even higher.

    Analysts say Russian crude oil would be easier to replace than gas for the EU but that a boycott would still lead to higher energy prices, hurting consumers who are already facing a record EU inflation of 7.5%.

    ___

    Follow all AP stories on the war in Ukraine at https://apnews.com/hub/russia-ukraine

    Continue reading →
Si consiglia al visione sul sisto originale: Sito SKYNEWS
COSA SI PUò FARE ORA ▼

Criticità della situazione:

Possibile scoppio di III Guerra mondiale (con armi nucleari).

Possibile espansione del dominio di Putin: può arrivare a costringere le altre Nazioni a sottomettersi alle sue policy.

.

La posta in gioco: non è l’annessione dell’Ukraine alla Russia, ma conseguenze più vaste: Putin può arrivare ad una posizione di supremazia  politica nei confronti dell’Europa (proseguendo nel suo piano di annessione territori sovrani confinanti).

.

Valutazione responsabilità:

- non si è valutato bene quando Putin - ultimi 20 anni - ha occupato altri territori sovrani (con crimini di guerra evidenti) <see>. E non non si è dotato l’Ukraine di opportuni strumenti di difesa (“difese passive”, che non possono essere considerate come pericolose da stati confinanti).

- oggi l’Occidente continua ad accontentarsi di una situazione di comfort immediato senza intervenire seriamente per impedire l’invasione della Ukraine, e quindi l’espansione del potere di Putin sull’Europa (sebbene sia possibile prendere misure più efficaci per indebolire Putin  senza provocare una nuova Guerra mondiale).

.

Stato di fatto: non si tratta di una guerra, ma di un Crimine contro l’umanità – quindi come tale va trattata <see>

.

Opportunità: Putin non cesserà mai la guerra (in Russia verrebbe distrutto). La questione è “porre fine alla sua carriera politica (in Russia) <span class="evidBORDsimple"inducendo chi oggi lo sostiene ad abbandonarlo  (Oligarchi, Popolo, alleati esteri).

======= FINE NEWS ===========

Si consiglia al visione sul sisto originale: Sito SKYNEWS
PREMESSE ▼

Criticità della situazione:

Possibile scoppio di III Guerra mondiale (con armi nucleari).

Possibile espansione del dominio di Putin: può arrivare a costringere le altre Nazioni a sottomettersi alle sue policy.

.

La posta in gioco: non è l’annessione dell’Ukraine alla Russia, ma conseguenze più vaste: Putin può arrivare ad una posizione di supremazia  politica nei confronti dell’Europa (proseguendo nel suo piano di annessione territori sovrani confinanti).

.

Valutazione responsabilità:

- non si è valutato bene quando Putin - ultimi 20 anni - ha occupato altri territori sovrani (con crimini di guerra evidenti) <see>. E non non si è dotato l’Ukraine di opportuni strumenti di difesa (“difese passive”, che non possono essere considerate come pericolose da stati confinanti).

- oggi l’Occidente continua ad accontentarsi di una situazione di comfort immediato senza intervenire seriamente per impedire l’invasione della Ukraine, e quindi l’espansione del potere di Putin sull’Europa (sebbene sia possibile prendere misure più efficaci per indebolire Putin  senza provocare una nuova Guerra mondiale).

.

Stato di fatto: non si tratta di una guerra, ma di un Crimine contro l’umanità – quindi come tale va trattata <see>

.

Opportunità: Putin non cesserà mai la guerra (in Russia verrebbe distrutto). La questione è “porre fine alla sua carriera politica (in Russia) <span class="evidBORDsimple"inducendo chi oggi lo sostiene ad abbandonarlo  (Oligarchi, Popolo, alleati esteri).

COSA C'È
IN BALLO
LE STRATEGIE
DELLE PARTI
|VALUTAZIONI
- RIFLESSIONI
ERRORI
COMMESSI
SVILUPPI
ASSESTMENT
che cosa
TO DO
che cosa
NOT TO DO

Quali sono fattori da considerare per valutare in modo corretto la situazione nel conflitto Russia Ukraine.

1) non è la questione di una guerra tra Russia e Ukraine, ma di come si può evolvere l’”espansionismo” (militare e politico) di Putin (che se attuasse i suoi piani, verrebbe a “sottomettere” politicamente il resto dell’Europa).

Inoltre si deve tener conto della situazione internazionale: La russia fa parte dell’”asse” con China ed Iran, che hanno fatto prima della gueerra in Ukraina esercitazioni militari comuni.

La Nazioni non sembrano comprendere come in Ukraine si stia giocando .. una condizione .. geo-politica in gran parte compromessa da tempo (per la quale molto si può ancora fare e non viene fatto)

sia in gioco molto di più di una .. .. questione militare: si tratta di una situazione di Geo-politica (in effetti oggi è ormai troppo tardi per certi interventi, ma

Il problema di fondo sembra essere che oggi si è persa le memoria del passato: delle dittature del ‘900 che per molto tempo sono state in grado di dominare il mondo portando disgrazie per tutte le nazioni .. (per liberarsi del Nazismo sono morti 50 milioni di persone <source>, e l’Unione sovietica ha provocato nell’Europa orientale più di 80 milioni di morti di civili <source>). <vedi arcitolo “■ ■ RIFERIMENTI DEL PASSATO – PERDITA DI MEMORIA STORICA”>

Oggi sembra cioè essersi perduta la capacità di valutare il fattore costi/benefici di una si situazione: si scelgono i vantaggi immediati (nell’illusione di avere una condizione di pace offerta dall’idea di non essere coinvolti in una guerra). E non si è in grado di vedere le minacce delle conseguenze di tale scelta nel lungo periodo (esattamente come si è fatto con Hitler nelle fasi iniziali di espansione della Germania <vedi riferimenti storici>

{cap riferimenti}

.

2) il punto critico è che si può arrivare ad una Guerra nucleare. In base a quanto affermato Putin <source>, ed al suo profilo .. può essere uno che attacca <vedi tab e articolo su personaggi>.

Il problema è che .. … ora è molto più difficile intervenire per scongiurare l’invasione di Putin, e quindi la sua possibile ulteriore espansione verso i paesi del Baltico <vedi “dove si è sbagliato”> <vedi .. baltico>.

È quindi necessario valutare con attenzione cosa si può ancora fare” (ma il problema è che .. la maggior parte delle nazioni .. non si rendo conto che fino ad ora si è fatto troppo poco, e che la questione è il fattore tempo è determinante .. ).

Stategie .. goals .. strumentali e finali .

Russia ..
Goal nell’immediato:

- chiudere l’acceso al mare dell’Ukraine.

- introdurre milizie irregolari (“guerra sporca”, crimine di guerra) e passare ad una fase di Urban war, combattendo popolazione ed esercito con tecniche di guerriglia,

  1. «< transizione tra la guerra tradizionale e la “guerra sporca” pura con l’arrivo di milizie
Goal nel lungo periodo:

- strategie medioevali degli assedi .. prendere le persone per fame (e sete, freddo, buio) ..

- decimare la popolazione (o fare in modo che lasci il Paese) (bombardamenti ed uso delle milizie irregolari .. <vedi> per poter .. eliminare la parte della popolazione che può opporre resistenza in una successiva fase di .. governo fantoccio ..

avere il sostengo della popolazione rimasta ..

Ukraina:
Goal nell’immediato:

È costretta a combattere fino all’ultima .. per non finire nelle mani della Russia …. (non può permettersi di capitolare, sarebbe finita per sempre, diventanto un governo satellite della Russia (con un governo fantoccio, come quello che la Russia era riuscito ad instaurare (le intelligence dicono che Putin vorrebbe mettere il precedente presidente di Putin, poi fatto scappare dal popolo, Yanukovych. <vedi link Yanu, Rivol, allarme.. ***>

L’Ukraine deve assolutamente evitare di “perdere la guerra”, protrarre il conflitto .. più tempo sossibile .. (evitare assassinion del Presidente, abbattimento del morale (a causa delle .. con bombrdamenti .. , mancanza di cibo, medicine, luce elettrica, ricaldamento, medicine ed ospedali), con conseguenti fuga (e morti) delle persone che potrebbero . ,

L’Ukraine deve poter essere in grado di difendersi in un Urban warfare, e trasformare la guerra in un nuovo Afganistan (. Vietnam), dove i Russi si sono dovuti ritirare.

Per questo ..

  1. e con armamenti leggeri (missili terra-aria ed anticarro, droni, fucili, ecc . ) .. porta .. l’esercito russo ad una fase di stallo .. (con complicaioni dell a posizione di Putin in patria e con gli alleati).
Goal nel lungo periodo:
  1. VALUTAZIONE …. della questione ..

Per comprendere quali sono le opportunità per il fronte anti-Russia, e come si possa agire nel conflitto bisogna considerare che.

non si tratta di un conflitto locale singola guerra, ma di un processo di espansione della Russia con occupazioni di territori (ex.USSR) di cui l’Ukraina non è che una tappa (ha già .. paesi baltici), il che porterebbe molto probabilmente ad un nuovo Reich ..

In questo processo la posta in gioco non è l’annessione dell’Ukraine alla Russia, ma conseguenze più vaste che .. interessano tutto il Mondo: Putin può arrivare ad una posizione di supremazia politica nei confronti dell’Europa (proseguendo nel suo piano di annessione territori sovrani confinanti).

=

● non è una questione di una vittoria militare di .. Putin poiché non ammetterà mai che l’esercito russo è stato sconfitto (in Russia verrebbe distrutto). Ora dimostra di voler continuare con una “guerra sporca” .. con milizie irregolari (ed illegali: crimini di guerra).

La questione quindi è di mettere è “porre fine alla sua carriera politica (in Russia) inducendo chi oggi lo sostiene ad abbandonarlo  (Oligarchi, Popolo, alleati esteri). Ma per arrivare .. a ciò .. è necessario .. supportare l’esercito ukraino .. affinthè non si arrivi alla capitolazione dell’Ukraina. (e farlo in tempo). Capitolazione .. che rischia di essere . .. un punto del non ritorno .

  • Si tratta di .. how fast .. si aiutano ..

=

Si tratta non di una guerra ma di un Crimine contro l’umanità – e quindi .. può essere condannato in sede legale (è già aperto un procedimento alla International Court of Justice <see original article “International court of justice to fast-track ruling on Russian invasion | Ukraine | The Guardian”>. Cosa che gli creerebbe ulteriori problemi non solo con il fronte anti-Russia, ma anche con gli alleati.

Non si è intervenuti per fermare l’espansione della Russia di Putin con l’”annessione” di territori confinanti (espansione in atto da 20 anni, con atrocità commesse evidenti). Ed all’inizio dell’invasione si non si è fatto abbastanza per fermare l’intervento militare della Russia.

Considerazioni ………...

Si è perduta la memoria del passato:

del percorso che ha fatto Hitler per dominare il Mondo proprio cominciando ad occupare territori esterni alla Germania con il beneplacito delle altre Nazioni.

Prorpio come sta facendo ora Putin, con gli stessi pretesti .. ha occupato Austria, Cecoslovacchia e poi Polonia (assieme all’Unione Sovietica prima che le altre Nazioni si rendessero conto del reale pericolo ..

● di come l’Unione sovietica abbia soggiogato le nazioni confinanti senza che le altre Nazioni glielo impedissero (nonostante i Crimini contro l’umanità .. )

Proprio come ha fatto ora, con Ungheria, Cecoslovacchia, ..

.. errore di valutazione della questione dei rapporti di putin con il mondo

In base a tali esperienze (dimenticate) si sarebbe dovuti intervenire prima dell’inizio dell’invasione dell’Ukraine. <<vedi “le cose che si possono fare”>>

Ad esempio si sarebbe dovuto dotare l’Ukraine di un sistema di missili “di difesa”, in grado di intercettare i missili ora utilizzati ora per distruggere le città.

Si ricorda che anche . Volendo ragionare in termini di .. “utilitarismo politico” (egoistici) .. cercare di star fuori dal conflitto per avere una (illusoria) condizione di pace, in realtà in tale modo si favorisce una condizione peggiore nel medio-lungo periodo ..

=

E l’Occidente continua .. nell’errore .. non supportando a sufficienza l’Ukraine nella guerra (è una questione di lotta conto il tempo, .. nella quale .. la capitolazione dell’Ukraina può essere un punto di non ritorno).

In sintesi

Putin non può perdere la guerra

(se il resto del Mondo, come sembra, non aiuta direttamente l’Ukraine): egli non deciderà mai di ritirarsi dall’Ukraine, perché sarebbe finito (perdendo il suo potere in Russia).

Ovvero Putin può essere vinto non in Ukraine, ma in un più vasto scenario nel quale egli sta sviluppando un incremento del suo potere geo-politico (di espansione territoriale della Russia, e dominio delle Nazioni che divengono sempre più dipendenti dalla Russia per l’energia).

Si tratta quindi di

agire con cautele,
ma in modo efficace e tempestivo

(si tratta una lotta contro il tempo):

► il punto di base è di non provocare una guerra tra Russia e resto del mondo (NATO), ma è contenere la situazione in ukraine sino a che diviene possibile una soluzione “politica” (non necessariamente “diplomatica”) - il problema è la minaccia di Putin di ricorrere alla guerra nucleare, che potrebbe essere un bluff, ma è rischioso .. verificare). Si tratta di

Operare su un livello “politico” all’interno della Russia, e nei rapporti internazionali di Putin.

Ossia si tratta di operare sul piano politico delle relazioni di Putin con chi sostiene il suo Potere:

● POLITICA INTERNA: fare in modo che Putin sia finito in Russia.

- mettendogli contro il Popolo russo: ad esempio con sempre maggiori proteste, e perdita di consenso elettorale (ci sono le elezioni nel 2024)

- facendogli perdere il supporto politico e finanziario di “personaggi di corte” come e gli Oligarchi: il risultato potrebbe anche essere una sua eliminazione come ha fatto l’Italia con Mussolini (imprigionato) o la Germania con Hitler (attentato riuscito solo in parte). <<vedi articolo su Oligarchi>>

● GEO-POLITCA ESTERA: costringendo gli attuali alleati ad abbandonare il supporto di Putin come è accaduto, in parte, già dai primi insuccessi militari in Ukraine con la Cina.

che é possibile fare:

- sanzioni ed embarghi

- inviare armi

- …..

non si possono fare

- intervenire direttamente nella guerra (compreso .. no fly zone

«<< approf. Article .. ogni regola ha una sanzione .. significherebbe mettere dei “poliziotti” che internengono nel caso della violazione ..

-

la .. soluzione temporanea è ..

Impedire la conquista della Capitale Kiev (e l’assassinio del Presidente Zelenskyy ) in modo che rimanga aperta la guerra tra i due Eserciti (che l’Ukraina non capitoli dal punto di vista istituzionale). Per fre ciò:

feedzi

[feedzy-rss feeds="http://feeds.feedburner.com/foxnews/latest"] = === FILTERED ===== keywords_title [feedzy-rss feeds="http://feeds.feedburner.com/foxnews/latest" keywords_inc_on="title" keywords_title="ukraine"]
Si consiglia al visione sul sito originale: Sito aljazeera.com

(sospeso, 2° di tabs, rimetti in alto)

LE RAGIONI
[PREMESSE
STORICHE?]
[GLI STEPS
TIMELINE]
LE PARTI

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Aenean rhoncus diam metus, non posuere lectus interdum egestas. Duis aliquet id lacus vel tristique. Fusce rutrum ex in sapien laoreet, eu imperdiet nisi ullamcorper. Vestibulum nec feugiat nisi. Sed ac orci aliquam, auctor arcu nec, sagittis purus. Fusce viverra, ipsum et varius congue, felis ipsum molestie tellus, non egestas diam massa vel nisl. Pellentesque congue sagittis elementum. Suspendisse quis nisi sollicitudin, maximus elit ac, ornare nunc. Suspendisse feugiat egestas ante, nec interdum lacus. Fusce ut fringilla ex, ut mollis est. Maecenas hendrerit risus sollicitudin gravida venenatis. Fusce semper nunc ac nulla lacinia tempor. Sed efficitur, libero eu tempus rhoncus, enim elit laoreet nunc, nec convallis quam dolor nec velit. Maecenas mattis, enim pulvinar tristique rutrum, diam nulla fringilla dolor, vitae aliquam diam dolor non dolor. Ut ut sem ante. Phasellus orci nunc, rutrum id feugiat in, semper id arcu.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Aenean rhoncus diam metus, non posuere lectus interdum egestas. Duis aliquet id lacus vel tristique. Fusce rutrum ex in sapien laoreet, eu imperdiet nisi ullamcorper. Vestibulum nec feugiat nisi. Sed ac orci aliquam, auctor arcu nec, sagittis purus. Fusce viverra, ipsum et varius congue, felis ipsum molestie tellus, non egestas diam massa vel nisl. Pellentesque congue sagittis elementum. Suspendisse quis nisi sollicitudin, maximus elit ac, ornare nunc. Suspendisse feugiat egestas ante, nec interdum lacus. Fusce ut fringilla ex, ut mollis est. Maecenas hendrerit risus sollicitudin gravida venenatis. Fusce semper nunc ac nulla lacinia tempor. Sed efficitur, libero eu tempus rhoncus, enim elit laoreet nunc, nec convallis quam dolor nec velit. Maecenas mattis, enim pulvinar tristique rutrum, diam nulla fringilla dolor, vitae aliquam diam dolor non dolor. Ut ut sem ante. Phasellus orci nunc, rutrum id feugiat in, semper id arcu.

CREDO DI NO, A PARTE, O NO?

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Aenean rhoncus diam metus, non posuere lectus interdum egestas. Duis aliquet id lacus vel tristique. Fusce rutrum ex in sapien laoreet, eu imperdiet nisi ullamcorper. Vestibulum nec feugiat nisi. Sed ac orci aliquam, auctor arcu nec, sagittis purus. Fusce viverra, ipsum et varius congue, felis ipsum molestie tellus, non egestas diam massa vel nisl. Pellentesque congue sagittis elementum. Suspendisse quis nisi sollicitudin, maximus elit ac, ornare nunc. Suspendisse feugiat egestas ante, nec interdum lacus. Fusce ut fringilla ex, ut mollis est. Maecenas hendrerit risus sollicitudin gravida venenatis. Fusce semper nunc ac nulla lacinia tempor. Sed efficitur, libero eu tempus rhoncus, enim elit laoreet nunc, nec convallis quam dolor nec velit. Maecenas mattis, enim pulvinar tristique rutrum, diam nulla fringilla dolor, vitae aliquam diam dolor non dolor. Ut ut sem ante. Phasellus orci nunc, rutrum id feugiat in, semper id arcu.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Aenean rhoncus diam metus, non posuere lectus interdum egestas. Duis aliquet id lacus vel tristique. Fusce rutrum ex in sapien laoreet, eu imperdiet nisi ullamcorper. Vestibulum nec feugiat nisi. Sed ac orci aliquam, auctor arcu nec, sagittis purus. Fusce viverra, ipsum et varius congue, felis ipsum molestie tellus, non egestas diam massa vel nisl. Pellentesque congue sagittis elementum. Suspendisse quis nisi sollicitudin, maximus elit ac, ornare nunc. Suspendisse feugiat egestas ante, nec interdum lacus. Fusce ut fringilla ex, ut mollis est. Maecenas hendrerit risus sollicitudin gravida venenatis. Fusce semper nunc ac nulla lacinia tempor. Sed efficitur, libero eu tempus rhoncus, enim elit laoreet nunc, nec convallis quam dolor nec velit. Maecenas mattis, enim pulvinar tristique rutrum, diam nulla fringilla dolor, vitae aliquam diam dolor non dolor. Ut ut sem ante. Phasellus orci nunc, rutrum id feugiat in, semper id arcu.

aaa

ORIGINARE SUPERATO COMPLETO

|STRATEGIE
|COSA C'È
IN BALLO
|VALUTAZIONI
- RIFLESSIONI
LE PARTI
LE RAGIONI
|ERRORI
[PREMESSE
STORICHE?]
[GLI STEPS
TIMELINE]

Stategie .. goals .. strumentali e finali .

Russia ..
Goal nell’immediato:

- chiudere l’acceso al mare dell’Ukraine.

- introdurre milizie irregolari (“guerra sporca”, crimine di guerra) e passare ad una fase di Urban war, combattendo popolazione ed esercito con tecniche di guerriglia,

  1. «< transizione tra la guerra tradizionale e la “guerra sporca” pura con l’arrivo di milizie
Goal nel lungo periodo:

- strategie medioevali degli assedi .. prendere le persone per fame (e sete, freddo, buio) ..

- decimare la popolazione (o fare in modo che lasci il Paese) (bombardamenti ed uso delle milizie irregolari .. <vedi> per poter .. eliminare la parte della popolazione che può opporre resistenza in una successiva fase di .. governo fantoccio ..

avere il sostengo della popolazione rimasta ..

Ukraina:
Goal nell’immediato:

È costretta a combattere fino all’ultima .. per non finire nelle mani della Russia …. (non può permettersi di capitolare, sarebbe finita per sempre, diventanto un governo satellite della Russia (con un governo fantoccio, come quello che la Russia era riuscito ad instaurare (le intelligence dicono che Putin vorrebbe mettere il precedente presidente di Putin, poi fatto scappare dal popolo, Yanukovych. <vedi link Yanu, Rivol, allarme.. ***>

L’Ukraine deve assolutamente evitare di “perdere la guerra”, protrarre il conflitto .. più tempo sossibile .. (evitare assassinion del Presidente, abbattimento del morale (a causa delle .. con bombrdamenti .. , mancanza di cibo, medicine, luce elettrica, ricaldamento, medicine ed ospedali), con conseguenti fuga (e morti) delle persone che potrebbero . ,

L’Ukraine deve poter essere in grado di difendersi in un Urban warfare, e trasformare la guerra in un nuovo Afganistan (. Vietnam), dove i Russi si sono dovuti ritirare.

Per questo ..

  1. e con armamenti leggeri (missili terra-aria ed anticarro, droni, fucili, ecc . ) .. porta .. l’esercito russo ad una fase di stallo .. (con complicaioni dell a posizione di Putin in patria e con gli alleati).
Goal nel lungo periodo:

Cosa c’è da considerare .. criticità ..
Quali sono i punti .. fattori .. da considerare per valutare la situazione

Vedi approfondim ..

La posta in gioco:

  1. LA POSTA IN GIOCO .. COSA C’è IN GIOCO . (o H5)

1) non è la questione di una guerra tra Russia e Ukraina, ma di come si può evolvere l’”espansionismo” (militare e politico) di Putin (se attuasse i suoi piani, verrebbe a “sottomettere” politicamente il resto dell’Europa).

Inoltre si deve tener conto della situazione internazionale: La russia fa parte dell’”asse” con China ed Iran, che hanno fatto prima della gueerra in Ukraina esercitazioni militari comuni.

La gente le Nazioni non sembrano comprendere come .. in Ukraine sia in gioco molti di più della guerra (in effetti oggi è orami troppo tardi per certi interventi, ma molto si può ancora fare e non viene fatto)

Oggi .. si è persa le memoria del passato, delle dittature del ‘900 che per molto tempo sono state in grado di dominare il mondo portando (il Nazismo sull’Europa, e l’Unione sovietica sull’eropa occidentale facendo almeno 80 milioni di morti di civili).

Si è cioè perduta la capacità di valutare .. il fattore costi/benefici di una scleta: si sceglie per .. vantaggi immediati (nell’illusione di pace .. che c’è nello .. stare fori dallo stress che causa .. la guerra) .. e non si è grando di vedere le minacce nel lungo perioro . (esattamente come si è fatto con Hitler nelle fasi inziali di espoansione .. <see>

  1. Si ricorda che anche . Utilitaristici .. farsi i fatti propri, .. che nel medio lungo periodo sono fatti propri anche l’invazione dell’Ukraina. Si è scelto di .. vivere in una illusione di pace .. invece di considerare .. le effettive conseguenze nel prossimo futuoro ..

«<<<< la qeustione è .. la minaccia di peggioramento .. quale è la minaccia di peggioramento della situazione ?

Ma vedono solo le minacce immediate .. e quidni è rovinoso ..

https://www.marshallcenter.org/en/publications/security-insights/baltic-states-targets-and-levers-role-region-russian-strategy-0

.

2) il punto critico è che si può arrivare ad una Guerra nucleare. IN base al suo profilo .. può essere uno che attacca … ora è molto più difficel per scongiurare le invazioni di Putin, .. <vedi “dove si è sbagliato”> e “cosa si può ancora fare”

  1. VALUTAZIONE …. della questione ..

Per comprendere quali sono le opportunità per il fronte anti-Russia, e come si possa agire nel conflitto bisogna considerare che.

non si tratta di un conflitto locale singola guerra, ma di un processo di espansione della Russia con occupazioni di territori (ex.USSR) di cui l’Ukraina non è che una tappa (ha già .. paesi baltici), il che porterebbe molto probabilmente ad un nuovo Reich ..

In questo processo la posta in gioco non è l’annessione dell’Ukraine alla Russia, ma conseguenze più vaste che .. interessano tutto il Mondo: Putin può arrivare ad una posizione di supremazia politica nei confronti dell’Europa (proseguendo nel suo piano di annessione territori sovrani confinanti).

=

● non è una questione di una vittoria militare di .. Putin poiché non ammetterà mai che l’esercito russo è stato sconfitto (in Russia verrebbe distrutto). Ora dimostra di voler continuare con una “guerra sporca” .. con milizie irregolari (ed illegali: crimini di guerra).

La questione quindi è di mettere è “porre fine alla sua carriera politica (in Russia) inducendo chi oggi lo sostiene ad abbandonarlo  (Oligarchi, Popolo, alleati esteri). Ma per arrivare .. a ciò .. è necessario .. supportare l’esercito ukraino .. affinthè non si arrivi alla capitolazione dell’Ukraina. (e farlo in tempo). Capitolazione .. che rischia di essere . .. un punto del non ritorno .

  • Si tratta di .. how fast .. si aiutano ..

=

Si tratta non di una guerra ma di un Crimine contro l’umanità – e quindi .. può essere condannato in sede legale (è già aperto un procedimento alla International Court of Justice <see original article “International court of justice to fast-track ruling on Russian invasion | Ukraine | The Guardian”>. Cosa che gli creerebbe ulteriori problemi non solo con il fronte anti-Russia, ma anche con gli alleati.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Aenean rhoncus diam metus, non posuere lectus interdum egestas. Duis aliquet id lacus vel tristique. Fusce rutrum ex in sapien laoreet, eu imperdiet nisi ullamcorper. Vestibulum nec feugiat nisi. Sed ac orci aliquam, auctor arcu nec, sagittis purus. Fusce viverra, ipsum et varius congue, felis ipsum molestie tellus, non egestas diam massa vel nisl. Pellentesque congue sagittis elementum. Suspendisse quis nisi sollicitudin, maximus elit ac, ornare nunc. Suspendisse feugiat egestas ante, nec interdum lacus. Fusce ut fringilla ex, ut mollis est. Maecenas hendrerit risus sollicitudin gravida venenatis. Fusce semper nunc ac nulla lacinia tempor. Sed efficitur, libero eu tempus rhoncus, enim elit laoreet nunc, nec convallis quam dolor nec velit. Maecenas mattis, enim pulvinar tristique rutrum, diam nulla fringilla dolor, vitae aliquam diam dolor non dolor. Ut ut sem ante. Phasellus orci nunc, rutrum id feugiat in, semper id arcu.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Aenean rhoncus diam metus, non posuere lectus interdum egestas. Duis aliquet id lacus vel tristique. Fusce rutrum ex in sapien laoreet, eu imperdiet nisi ullamcorper. Vestibulum nec feugiat nisi. Sed ac orci aliquam, auctor arcu nec, sagittis purus. Fusce viverra, ipsum et varius congue, felis ipsum molestie tellus, non egestas diam massa vel nisl. Pellentesque congue sagittis elementum. Suspendisse quis nisi sollicitudin, maximus elit ac, ornare nunc. Suspendisse feugiat egestas ante, nec interdum lacus. Fusce ut fringilla ex, ut mollis est. Maecenas hendrerit risus sollicitudin gravida venenatis. Fusce semper nunc ac nulla lacinia tempor. Sed efficitur, libero eu tempus rhoncus, enim elit laoreet nunc, nec convallis quam dolor nec velit. Maecenas mattis, enim pulvinar tristique rutrum, diam nulla fringilla dolor, vitae aliquam diam dolor non dolor. Ut ut sem ante. Phasellus orci nunc, rutrum id feugiat in, semper id arcu.

Errori* .. dove si è sbagliato ..

Tab aggiunto

Si è perduta la memoria del passato:

del percorso che ha fatto Hitler per dominare il Mondo proprio cominciando ad occupare territori esterni alla Germania con il beneplacito delle altre Nazioni.

Prorpio come sta facendo ora Putin, con gli stessi pretesti .. ha occupato Austria, Cecoslovacchia e poi polonia (assime all’Unione Sovietica prima che le altre Nazioni si rendessero conto del reale pericolo ..

● di come l’Unione sovietica abbia soggiogato le nazioni confinanti senza che le altre Nazioni glielo impedissero (nonostante i Crimini contro l’umanità .. )

Proprio come ha fatto ora, con Ungheria, Cecoslovacchia, ..

=

.. errore di .. valutazione .. mentale della questione ..

Si ricorda che anche . Volendo ragionare in termini di .. utilitarismo politico (egoistici) in realtà .. non .. Utilitaristici .. farsi i fatti propri, .. che nel medio lungo periodo sono fatti propri anche l’invazione dell’Ukraina. Si è scelto di .. vivere in una illusione di pace .. invece di considerare .. le effettive conseguenze nel prossimo futuoro ..

=

In base a tali esperienze (dimentaticate) si sarebbe dovuto intervenire .. prima dell’inizio dell’invazione dell’Ukraina.

  • si sarebbe dovuto fare: dare missili di difesa passiva” .. che intercettano gli altri missili .…

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Aenean rhoncus diam metus, non posuere lectus interdum egestas. Duis aliquet id lacus vel tristique. Fusce rutrum ex in sapien laoreet, eu imperdiet nisi ullamcorper. Vestibulum nec feugiat nisi. Sed ac orci aliquam, auctor arcu nec, sagittis purus. Fusce viverra, ipsum et varius congue, felis ipsum molestie tellus, non egestas diam massa vel nisl. Pellentesque congue sagittis elementum. Suspendisse quis nisi sollicitudin, maximus elit ac, ornare nunc. Suspendisse feugiat egestas ante, nec interdum lacus. Fusce ut fringilla ex, ut mollis est. Maecenas hendrerit risus sollicitudin gravida venenatis. Fusce semper nunc ac nulla lacinia tempor. Sed efficitur, libero eu tempus rhoncus, enim elit laoreet nunc, nec convallis quam dolor nec velit. Maecenas mattis, enim pulvinar tristique rutrum, diam nulla fringilla dolor, vitae aliquam diam dolor non dolor. Ut ut sem ante. Phasellus orci nunc, rutrum id feugiat in, semper id arcu.

CREDO DI NO, A PARTE, O NO?

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Aenean rhoncus diam metus, non posuere lectus interdum egestas. Duis aliquet id lacus vel tristique. Fusce rutrum ex in sapien laoreet, eu imperdiet nisi ullamcorper. Vestibulum nec feugiat nisi. Sed ac orci aliquam, auctor arcu nec, sagittis purus. Fusce viverra, ipsum et varius congue, felis ipsum molestie tellus, non egestas diam massa vel nisl. Pellentesque congue sagittis elementum. Suspendisse quis nisi sollicitudin, maximus elit ac, ornare nunc. Suspendisse feugiat egestas ante, nec interdum lacus. Fusce ut fringilla ex, ut mollis est. Maecenas hendrerit risus sollicitudin gravida venenatis. Fusce semper nunc ac nulla lacinia tempor. Sed efficitur, libero eu tempus rhoncus, enim elit laoreet nunc, nec convallis quam dolor nec velit. Maecenas mattis, enim pulvinar tristique rutrum, diam nulla fringilla dolor, vitae aliquam diam dolor non dolor. Ut ut sem ante. Phasellus orci nunc, rutrum id feugiat in, semper id arcu.

Criticità della situazione:

Possibile scoppio di III Guerra mondiale (con armi nucleari).

Possibile espansione del dominio di Putin: può arrivare a costringere le altre Nazioni a sottomettersi alle sue policy.

.

La posta in gioco: non è l’annessione dell’Ukraine alla Russia, ma conseguenze più vaste: Putin può arrivare ad una posizione di supremazia  politica nei confronti dell’Europa (proseguendo nel suo piano di annessione territori sovrani confinanti).

.

Valutazione responsabilità:

- non si è valutato bene quando Putin - ultimi 20 anni - ha occupato altri territori sovrani (con crimini di guerra evidenti) <see>. E non non si è dotato l’Ukraine di opportuni strumenti di difesa (“difese passive”, che non possono essere considerate come pericolose da stati confinanti).

- oggi l’Occidente continua ad accontentarsi di una situazione di comfort immediato senza intervenire seriamente per impedire l’invasione della Ukraine, e quindi l’espansione del potere di Putin sull’Europa (sebbene sia possibile prendere misure più efficaci per indebolire Putin  senza provocare una nuova Guerra mondiale).

.

Stato di fatto: non si tratta di una guerra, ma di un Crimine contro l’umanità – quindi come tale va trattata <see>

.

Opportunità: Putin non cesserà mai la guerra (in Russia verrebbe distrutto). La questione è “porre fine alla sua carriera politica (in Russia)  (Oligarchi, Popolo, alleati esteri).

acc

tit

Criticità della situazione:

Possibile scoppio di III Guerra mondiale (con armi nucleari).

Possibile espansione del dominio di Putin: può arrivare a costringere le altre Nazioni a sottomettersi alle sue policy.

.

La posta in gioco: non è l’annessione dell’Ukraine alla Russia, ma conseguenze più vaste: Putin può arrivare ad una posizione di supremazia  politica nei confronti dell’Europa (proseguendo nel suo piano di annessione territori sovrani confinanti).

.

Valutazione responsabilità:

- non si è valutato bene quando Putin - ultimi 20 anni - ha occupato altri territori sovrani (con crimini di guerra evidenti) <see>. E non non si è dotato l’Ukraine di opportuni strumenti di difesa (“difese passive”, che non possono essere considerate come pericolose da stati confinanti).

- oggi l’Occidente continua ad accontentarsi di una situazione di comfort immediato senza intervenire seriamente per impedire l’invasione della Ukraine, e quindi l’espansione del potere di Putin sull’Europa (sebbene sia possibile prendere misure più efficaci per indebolire Putin  senza provocare una nuova Guerra mondiale).

.

Stato di fatto: non si tratta di una guerra, ma di un Crimine contro l’umanità – quindi come tale va trattata <see>

.

Opportunità: Putin non cesserà mai la guerra (in Russia verrebbe distrutto). La questione è “porre fine alla sua carriera politica (in Russia) <span class="evidBORDsimple"inducendo chi oggi lo sostiene ad abbandonarlo  (Oligarchi, Popolo, alleati esteri).

[upgradable] Le strategie .. golas strumentali [bo a parte]

● Russia ..

Goal nell’immediato:

- chiudere l’acceso al mare dell’Ukraine.

- introdurre milizie irregolari (“guerra sporca”, crimine di guerra) e passare ad una fase di Urban war, combattendo popolazione ed esercito con tecniche di guerriglia,

«< transizione tra la guerra tradizionale e la “guerra sporca” pura con l’arrivo di milizie

Goal nel lungo periodo:

- strategie medioevale degli assedi .. prendere le persone per fame (e sete, freddo, buio) ..

- decimare la popolazione (o fare in modo che lasci il Paese) per poter .. eliminare la parte della popolazione che può opporre resistenza in una successiva fase di .. governo fantoccio ..

avere il sostengo della popolazione rimasta ..

● Ukraina:

disperatamente non perdere la guerra

- con una caduta del governo (possibile assassinio), ed abbattimento del morale (e del fisico) .. della popolazione con morti e mancanza di cibo, luce elettrica, riscaldamento, medicine (e funionamento ospedali.

- poter continuare a combattere .. poiché se il governo rimane in piedi, .. e con armamenti leggeri (missili terra-aria ed anticarro, droni, fucili, ecc . ) .. porta .. l’esercito russo ad una fase di stallo .. (con complicaioni dell a posizione di Putin in patria e con gli alleati).

(da valutare la presenza di milizie irregolari (crimine di guerra) agli ordini di putin)

«< si tenga conto che tali milizie sono considerate un crimie di guerra

argomenti

SUPERATO ORA DIVIENE ARTICOLO LINKATO AI DUE TABS

COSA è POSSIBILE (E NON è POSSIBILE) FARE (POSSIBILI SOLUZIONI) ▼

◘ Nell’immediato
► il punto generale sulla situazione
La strategia è di non provocare una guerra tra Russia e resto del mondo (NATO), ma .. contenere la situazione sino a che diviene possibile una solozione “politica” (non necessariamente “diplomatica”. (il problema è la minaccia di Putin di ricorrrere alla guerra nuclesare, che potrebbe essere un bluff, ma è rischioso .. verificare).
È necessario comprendere che:
- LA GUERRA NON SI PUÒ VINCERE.
- PUTIN NON SI RITIRERÀ MAI .. non deciderà mai di perdere la guerra (ritirarsi dall’Ukraina) perché perderebbe il suo potere in Russia.
L’unica opzione sembra essere quella di fare in modo che Putin sia finito in Russia …
● perdita di consenso (si sono le elezioni nel 2024)
● sua eliminazione come ha fatto l’Italia con Mussolini (imprigionato) o con Hitler (attentato riuscito solo in parte).
Di conseguenza, tenuto conto che nel frattempo non si vuole scatenare una geurra mondaile, vi sono cose che
non si possono fare
la .. soluzione temporanea è ..
● Impedire la conquista della Capitale Kiev (e l’assassinio del Presidente Zelenskyy ) in modo che rimanga aperta la guerra tra i due Eserciti (che l’Ukraina non capitoli dal punto di vista istituzionale). Per fre ciò:
che é possibile fare:
- inviare armi
- …..